Antiaggregazione nel paziente ad alto rischio CV

Luogo: Videoconferenza

Data del corso: giovedì 18 febbraio 2021, dalle 18.00 alle 23.00

Argomento: Le malattie cardiovascolari rappresentano a tutt’oggi la principale causa di mortalità e morbilità: appare pertanto chiaro che la prevenzione cardiovascolare sia una delle priorità della medicina nel Mondo. In questo contesto il ruolo della terapia antitrombotica riveste un ruolo di primo piano. Gli antiaggreganti piastrinici, in particolare l’acido acetilsalicilico, sono utili sia nella prevenzione primaria cardiovascolare sia, in combinazione con altri antitrombotici o in monoterapia, nella prevenzione secondaria cardiovascolare. Sempre più consistenti sono inoltre i dati a supporto dell’ipotesi di un coinvolgimento dell’aspirina in termini di riduzione dell’incidenza, della mortalità e della diffusione metastatica deiprincipali tumori solidi. Possiamo tal punto allargare il concetto e iniziare a pensare ad una “prevenzione cardio-oncologica”?

Destinatari: Medici di Medicina generale

Iscrizione: Gratuita scrivendo una email a info@iml.lombardia.it

Programma e razionale Antiaggregazione nel paziente ad alto rischio