Utilizziamo i cookie per fornire la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando ad utilizzare questo sito assumiamo che lei ne sia consapevole e autorizzi l'utilizzo.

Se non si modificano le impostazioni del browser, accetta l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo
INIZIATIVA MEDICA LOMBARDA
Via Autostrada, 32
Bergamo, 24126

Tel. 035 303053

Fax 035 2922265

E -mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo/Mission

Art.21 del Codice di Deontologia Medica (2006)
 
"Il medico deve garantire impegno e competenza professionale, non assumendo obblighi che non sia in condizione di soddisfare. Egli deve affrontare nell’ambito delle specifiche responsabilità e competenze ogni problematica con il massimo scrupolo e disponibilità, dedicandovi il tempo necessario per una accurata valutazione dei dati oggettivi, in particolare dei dati anamnestici, avvalendosi delle procedure e degli strumenti ritenuti essenziali e coerenti allo scopo e assicurando attenzione alla disponibilità dei presidi e delle risorse."
 
L’attività del medico di famiglia, negli ultimi anni, si è profondamente modificata. Alla relazione diretta con il paziente, fondata sul rapporto fiduciario e sull’alleanza terapeutica, si sono aggiunte numerose altre attività, alcune delle quali meramente burocratiche, altre rese necessarie per garantire la sostenibilità del sistema e per rendere verificabile l’attività del professionista, altre ancora collegate all’utilizzo di nuove tecnologie.
 
Di fatto, il medico si trova impegnato in attività di registrazione informatica dei dati sanitari, in attività di rendicontazione di indicatori di processo e di risultato, in attività di telemedicina e di telemonitoraggio. La deospedalizzazione rende necessaria la presenza di un supporto infermieristico e la nuova organizzazione degli studi medici rende indispensabili personale addetto ai servizi di segreteria, strumenti informatici avanzati, apparecchiature di base per la gestione delle patologie croniche.Il medico non può far fronte, da solo o in piccole forme associative, ad una serie di attività gestionali che non rientrano nella sua attività principale, ma non può rinunciarvi se non delegando ad altri soggetti attività e funzioni, che comporterebbero anche la delega di parte della sua autonomia professionale.
 
IML, società cooperativa di proprietà dei medici di famiglia è un soggetto non profit, che vuole offrire al medico di famiglia e ai suoi assistiti tutti gli strumenti che gli consentano di svolgere a tutto campo la sua attività professionale, senza distoglierlo dall’attenzione e dalla disponibilità che deve garantire alle persone assistite. Su questo impegno etico si fondano le nostre attività, quali  gestione delle risorse per l’assistenza alla cronicità (sperimentazione CReG), la fornitura di strumenti informatici per la rendicontazione automatica di indicatori di processo e di risultato, il supporto al telemonitoraggio e alla telemedicina, la fornitura di pacchetti di servizi “ chiavi in mano”per la gestione degli studi medici, l’attività di formazione rivolta ai soci e al personale di studio. Siamo orgogliosi di offrire ai nostri soci e alle persone da loro assistite tutto quanto necessario per consentire al medico di esercitare una professione libera e autonoma, occupandoci di tutto quello che gli potrebbe impedire di dedicarsi alla cura, alla prevenzione e al rapporto fiduciario con chi gli si affida.

Scarica lo statuto di IML scliccando questo link

Torna su